Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in visitrimini.com

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Mostre
Ita

Mapuche. Viaggio tra il Popolo della Terra. Ambiente, repressione, cultura e rEsistenza

da martedì 17 maggio a domenica 5 giugno 2022
Museo della Città (Sala dei pesci), via Tonini, 1 - Rimini centro storico
Mostra fotografica e conferenza nell'ambito di Interazioni 2022 al Museo della Città

Nell'ambito del festival interculturale Interazioni, promosso dall'ISUR (Istituto Scienze Uomo Rimini), è proposta una mostra fotografica dal titolo: Mapuche. Viaggio tra il Popolo della Terra. Ambiente, repressione, cultura e rEsistenza.
Le fotografie esposte evidenziano le richieste di riconoscimento del popolo Mapuche e le lotte contro l'eccessivo sfruttamento delle risorse nel loro territorio ancestrale. Mostrano inoltre l’amore e il rispetto per Madre Terra, un sacro legame che si rispecchia nella tutela dei luoghi sacri naturali mapuche da progetti impattanti e inquinanti a costo della loro vita. Autori della mostra sono Raul Marinelli e l'associazione  EcoMapuche.
Sabato 21 maggio alle ore 17:00 alla Sala degli Arazzi del Museo della Città, ha luogo l'incontro dal titolo R Esistenza Mapuche, dove si parla del popolo dei Mapuche, un'etnia di oltre 1.500.000 abitanti che vive tra il Cile e l'Argentina e che subisce continue violazioni di diritti umani nonché una doppia esclusione: civile e culturale.
Intervengono: Valentina Fabbri Valenzuela, Associazione EcoMapuche; Ruth Cayul Melillán, relatrice Mapuche. Introduce e modera: Rita Bambini, ISUR Rimini.
Al termine degli interventi le relatrici guidano la visita alla mostra fotografica.

Orario: 
dal martedì al venerdì: 9.30-13; 16-19
sabato e domenica: 10-19
Ingresso: 
libero

Il mondo alla rovescia

da sabato 23 aprile a sabato 28 maggio 2022
Galleria Zamagni, via Dante Alighieri, 29/31 - Rimini centro storico
Mostra di Fabrizio Berti alla Galleria Zamagni

La Galleria d’Arte Zamagni ospita la mostra di Fabrizio Berti, dal titolo 'Il mondo alla rovescia', a cura di Alice Zannoni.
L'artista trentino espone il suo nuovo ciclo di lavori, con uno stile che si contraddistingue nel panorama degli artisti emergenti, per la semplicità del linguaggio estetico.
Il titolo della mostra allude al tema di un mondo contro-natura che celebra la gioia, di fronte al trionfo delle differenze.
Berti rende concreto e manifesto il cambiamento, codificando fatti storici, leggende, fumetti, scene di film e famose opere d'arte, divenute icone del nostro tempo, con un linguaggio satirico.
Le opere di Berti si raccontano con una semplificazione lineare dei soggetti raffigurati. Il suo stile comprende l'uso di colori vivaci, stesi con campiture piatte e contornati di nero da tratti grafici. 

Orario: 
dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12.45 e dalle 16 alle 19.45
Inaugurazione della mostra sabato 23 aprile alle ore 17
Ingresso: 
libero
Telefono: 
335.7016352

Augeo Art Space: E' per sempre

da sabato 2 aprile a sabato 7 maggio 2022
Augeo Art Space, Corso d'Augusto, 217 (Palazzo Spina) - Rimini centro storico
Mostra di Mara Fabbro e Alberto Pasqual

Il Centro per l’arte contemporanea Augeo Art Space ospita le opere di due artisti friulani, tra i più rappresentativi della ricerca d’arte contemporanea: Mara Fabbro e Alberto Pasqual.
Con la curatela di Matteo Sormani, l’esposizione è promossa da Theke e dalla Fondazione Giovanni Santin ed è corredata da un catalogo edito da Punto Marte editore.
La mostra intitolata 'È per sempre' interpella la categoria del Tempo e in particolare quella della durata, che ha valore positivo e necessario in ambito culturale, ma che diventa negativo nel caso delle plastiche, materie poco costose, ma pericolose perché indeperibili, dannose nel momento in cui vengono disperse nell’ambiente.
L'immagine utilizzata per rappresentare visivamente la Mostra, l’iconica mano che indossa l’anello “prezioso”, in plastica trasparente, suggella l’unione Uomo/plastica/ambiente, testimoniando l’urgenza di pensare oggi ad un futuro diverso, in cui lo stile di vita sia attento alla Cultura, al Presente e al Futuro, e quindi anche alle problematiche ambientali.
Coinvolgendo il visitatore, le opere si prestano a letture diversificate grazie alle trasparenze e alla leggerezza delle plastiche; alla morbidezza di carte preziose; alle resine e ai policarbonati; agli acciai corten e al ferro fuso, che comunicano poeticamente tanto la bellezza formale, quanto i contenuti e le esperienze che rendono l’arte, e quindi la Cultura, motore di crescita e di benessere.
Per entrambi gli artisti, Mara Fabbro e Alberto Pasqual, il Tempo conserva e non dimentica, lo fa nell’intero arco della sua durata, a partire dal passato che è la fonte indispensabile cui attingere per vivere consapevolmente e per progettare anche artisticamente un futuro vitale.
In occasione della mostra verrà presentato il prototipo di BeAPart, una soluzione allestitiva sviluppata da DFORM e Creaa con Ludovico Bomben, Filippo Lorenzin, Rachele D’Osualdo, Giovanni Di Vito, Laura Petruso, Marco Pietrosante, Stefano Coletto ed Elena Cantori, che guarda alla sostenibilità e all’economia circolare.

Orario: 
dal martedì al sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19
Ingresso: 
libero
Telefono: 
0541 53720
E-mail: 

Il tour virtuale fra le opere di Dante nella storia della Gambalunga

Tutto l'anno
Biblioteca Gambalunga, via Gambalunga 27 - Rimini centro storico
Mostra nell'ambito dell'iniziativa 'Dante e la Divina Commedia in Emilia Romagna'

E’ possibile visitare virtualmente le opere esposte nella mostra “Le opere di Dante nella storia della Gambalunga”, allestita fino all'8 gennaio scorso nelle splendide sale antiche della Biblioteca: manoscritti, libri antichi, incisioni, fotografie e periodici hanno narrato in un percorso cronologico, la presenza delle opere di Dante nella vita culturale di Rimini. I visitatori possono entrare in quelle sale con approfondimenti, video, immagini e la guida con un semplice clic su https://laboratorioapertoriminitiberio.it/tour-virtuale-dante/

Telefono: 
0541 704326

Galleria dell'Immagine: Aprirsi un varco

da venerdì 25 marzo a sabato 16 aprile 2022
Galleria dell'Immagine, via Gambalunga, 26 - Rimini Centro Storico
Mostra delle opere dell'artista riminese Luca Scarpellini

La Galleria dell’Immagine propone la mostra “Aprirsi un varco”, una retrospettiva dedicata all’artista riminese Luca Scarpellini, recentemente scomparso.
In esposizione le sue opere prodotte nel periodo che va dagli anni ottanta (anni in cui l’artista iniziò la sua ricerca) agli anni novanta, periodo quest’ultimo in cui il lavoro di Luca Scarpellini maturò: opere in geso, resine e oggetti.
La ricerca dell'artista nasce tra gli studi artistici (liceo e accademia) e la bottega artigiana del padre. È in questa bottega che Luca trova i materiali della sua pittura: resine, plastiche, oggetti di recupero... che va a depositare sulla “tela” fissandoli con scagliola e colle dei generi più disparati. Dal bianco della scagliola emergono materiali e colori, come in una nebbia magica. Sono opere quelle di Luca che si lasciano guardare senza mai stancare lo sguardo. Oggetti, trame e colori in perfetto equilibrio compositivo. Una particolare attenzione dedicata all’utilizzo del colore. A causa di un disturbo alla vista, il pittore aveva una percezione del cromatismo imprecisa. Malgrado questo riusciva, dosando i suoi materiali a creare delle composizioni in grado di soddisfare sia il suo sia il nostro sguardo.
Durante gli anni di Accademia di Belle Arti (Ravenna e Bologna metà anni ottanta) Luca Scarpellini ha collaborato con il Centro Giovani Arti Visive del Comune di Rimini organizzando cicli di esposizioni dedicate a giovani artisti e conferenze dedicate allo studio dell’arte contemporanea. Luca Scarpellini è stato anche l’ideatore e proprietario de “L’Age d’Or” una libreria e galleria d’arte nel centro di Rimini.
L'inaugurazione della mostra ha luogo venerdì 25 marzo ore 18.

Orario: 
aperta il giovedì, il venerdì e il sabato dalle 16 alle 19
Ingresso: 
libero
Telefono: 
0541 704416

Premio Artisti Italiani PART

da sabato 14 maggio a domenica 2 ottobre 2022
Palazzo del Podestà - Piazza Cavour, 26 - Rimini centro storico
Mostra delle opere dei dodici artisti finalisti che concorrono al premio

Dal PART, Palazzi dell'Arte di Rimini, arriva il nuovo riconoscimento biennale per la giovane arte italiana under 40 denominato Premio Artisti Italiani PART. L'iniziativa è nata da un’idea di Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Giuseppe Iannaccone, in collaborazione con il Comune di Rimini e Fondazione San Patrignano. L'obiettivo è quello di supportare l'arte contemporanea italiana emergente e di contribuire ad accrescere la Collezione, attraverso l'acquisizione di un'opera dei primi tre artisti premiati.
I giovani finalisti scelti dal comitato selezionatore composto da Edoardo Bonaspetti, Lucrezia Calabrò Visconti e Francesco Garutti, sono 12 (Benni Bosetto, Costanza Candeloro, Caterina De Nicola, Binta Diaw, Lorenza Longhi, Beatrice Marchi, Diego Marcon, Daniele Milvio, Margherita Raso, Andrea Romano, Giangiacomo Rossetti, Davide Stucchi) e sono i protagonisti di una mostra all'interno del PART, che resta visibile al pubblico per quattro mesi. I visitatori del PART possono esprimere le proprie preferenze, attraverso un form disponibile in mostra, che si aggiunge a quello del comitato di selezione. Anche le ragazze e i ragazzi ospiti della Comunità di San Patrignano possono assegnare le loro preferenze.
I tre vincitori saranno proclamati nel corso di una cerimonia pubblica al fine mostra (sabato1 ottobre 2022).

Orario: 
dal martedì alla domenica e festivi dalle 10 alle 19
in maggio e settembre da martedì a venerdì ore 10-13 e 16-19
aperture serali estive mercoledì e venerdì anche 21 - 23
Chiuso lunedì non festivi
Ingresso: 
a pagamento
Tariffa d'ingresso: 
€8.00
Tariffe ridotte: 
€ 6.00
Telefono: 
0541 793879

PERL_ARTE - Le mostre al Palacongressi di Rimini

da sabato 12 marzo a venerdì 30 settembre 2022
Palacongressi (Spazio Convivio), via della Fiera 23/D - Rimini
Mostra fotografica di Davide Conti allo spazio Convivio

Davide Conti, fotografo visionario o, come ama definirsi, “modern painter irregolare”, espone le sue opere allo Spazio Convivio del Palacongressi, con un messaggio che trae ispirazione dal concetto di coraggio.
Le immagini di Davide Conti si ispirano all’arte, alla mitologia e alla cultura shibari, in una costante contaminazione tra pittura, arti figurative, graphic design e fotografia.
Immagini caratterizzate da una rappresentazione spregiudicata ed allegorica della figura umana, dominata da colori intensi come il rosso e il viola e contrastanti come il bianco e il nero.
Opere che nascondono mille rimandi culturali ed emozionali e che si prestano a molteplici interpretazioni, in un gioco infinito tra il pubblico e l’autore.
La mostra dell’artista bolognese rientra nel progetto PERL_ARTE – Le mostre del Palacongressi di Rimini, che Italian Exhibition Group promuove in collaborazione con Art Preview, Augeo Art Space ed il gallerista riminese Matteo Sormani.  
​Lo spazio Convivio e l'esposizione sono aperti e attivi in occasione degli eventi che si svolgono al Palacongressi. Le opere dell'artista, sono visitabili su prenotazione. 
Vernissage sabato 12 marzo alle ore 17.00.

Orario: 
su prenotazione
Telefono: 
0541 711500 Info e prenotazioni

Fellini tra sogno e realtà: Il contributo fotografico di Rodrigo Pais

da sabato 9 aprile a domenica 8 maggio 2022
Palazzo del Fulgor, piazza San Martino - Rimini centro storico
Mostra fotografica al Palazzo del Fulgor, nell'ambito degli eventi Fellini Open

Il 9 aprile, inaugura al Palazzo del Fulgor la mostra fotografica “Fellini tra sogno e realtà: il contributo fotografico di Rodrigo Pais”, a cura di Glenda Furini e Guido Gambetta.
La serie d’immagini che compone la mostra testimonia alcuni passaggi importanti nella carriera artistica di Federico Fellini: Rodrigo Pais lo ritrae in strada, in occasioni pubbliche, nelle interviste, anteprime e premiazioni.
Una sezione della mostra è dedicata agli eventi che hanno ispirato o che sono stati ispirati dal film La dolce vita.

Orario: 
da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00
Ingresso: 
a pagamento
Tariffa d'ingresso: 
compreso nel percorso di FM - Fellini Museum
Tariffe ridotte: 
solo al Palazzo del Fulgor 3 €
Telefono: 
0541.704494 - 704496

La Vita Dolce

da venerdì 1° luglio a martedì 30 agosto 2022
Spiaggia di Rimini
Mostra fotografica sulla spiaggia di Rimini

Una mostra che si articola su diversi km di spiaggia e che racconta la Rimini più intima e nascosta, attraverso alcune delle fotografie in bianco e nero di Gianni Donati e Pio Sbrighi. L’esposizione fotografica si snoda a un passo dalla riva del mare ed è suddivisa in cinque capitoli, attraverso cui la città di Rimini viene raccontata con nostalgia, ironia, lucidità e immaginazione. Alla narrazione fotografica si aggiunge quella attraverso frasi, citazioni, riflessioni degli autori e aneddoti romagnoli. Sono immagini di una Rimini i cui segreti appartengono per intero a chi la abita che si articola in sezioni dedicate a una varietà di personaggi della vita quotidiana riminese, archetipi universali in cui riconoscersi, tra bagnini, bagnanti, pescatori e bambini, protagonisti di scene di vita vissuta. Un percorso “pop”, leggero senza essere superficiale,  dove le immagini parlano col contesto in cui si trovano, la spiaggia di Rimini, icona del turismo balneare e destinazione universale del divertimento e della spensieratezza.
Le fotografie sono tratte dal volume di Gianni Donati e Pio Sbrighi, Rimini di Pietra, Nuvole e Sale, un volume che racconta un’altra Rimini in 200 scatti in bianco e nero, cui ha dato il contributo il celebre autore riminese Marco Missiroli.

Ingresso: 
gratuito
Telefono: 
0541 389308

Romanipen. Identità e Storia della cultura romanì

da lunedì 21 a sabato 26 febbraio 2022
Parrocchia S.Agostino, via Cairoli 36 - Rimini centro storico
Mostra itinerante multimediale per superare le discriminazioni

Una mostra multimediale, per combattere la discriminazione e favorire l'inclusione di Rom e Sinti nelle Comunità locali, dal titolo “Romanipen: Identità e Storia della Cultura romanì”.
La conferenza di lancio, dal titolo “In viaggio verso l’inclusione” ha luogo alla Parrocchia S.Agostino dalle ore 17 alle ore 19.  L'evento si svolge in presenza e online. Per partecipare CLICCA QUI.
Rašid Nikolić, abile marionettista e fervente attivista della cultura Rom, è il direttore della mostra. 
Inaugurazione dell'esposizione lunedì 21 febbraio 2022.

Orario: 
dalle 14.00 alle 19.00

Pagine