Cosa fare

Prenotazione soggiorno

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Età bambino 1

Età bambino 2

Età bambino 3

Stai entrando in visitrimini.com

 
Prenota il tuo soggiorno
 
Home / Eventi / Manifestazioni e Iniziative / Lingue di Confine: Donne in dialetto. Lingua madre e poete di Romagna

Lingue di Confine: Donne in dialetto. Lingua madre e poete di Romagna

Ciclo di incontri dedicati al dialetto a cura di Fabio Bruschi al Museo della Città
Telefono: 
0541 793851
Località: 
Museo della Città (Sala del Giudizio), via Tonini, 1 - Rimini centro storico

Continua Lingue di confine, il ciclo di incontri dedicati al dialetto nell'arte contemporanea, a cura di Fabio Bruschi, organizzatore culturale di lungo corso che ha ideato la rassegna nel 2010. 
Promossa dai musei comunali di Rimini, l'edizione 2022 è intitolata Donne in dialetto. Lingua madre e poete di Romagna ed è dedicata alla ricca produzione poetica femminile in dialetto del territorio riminese e non solo.
Lidiana Fabbri e Marcella Gasperoni saranno ospiti giovedì 1 dicembre, con Dialetto e Genius Loci. Francesco Gabellini introduce Lidiana Fabbri. Gualtiero Gori introduce Marcella Gasperoni. Lidiana Fabbri è riminese anche se nata a Cerasolo di Coriano, dove ha vissuto fino ai 10 anni, più volte premiata e menzionata, dedita a un dialetto ricco e composito, «di confine, certo, ma dialetto vero, di lingua parlata, posseduta e consumata dall’uso, da quotidiani pensieri». Bastano i titoli delle sue raccolte di versi - come ‘Bascozi’ e ‘Mullighi’- per raccontare quanto di immediato e frugale traspaia in queste sue poesie, tuttavia cariche di sapienza popolare e di profondo senso della vita. Marcella Gasperoni è una poetessa di Bellaria Igea Marina, conosciuta per le “poesie del mare” nel dialetto igeano, già raccolte nel suo primo libro "Bujam". Scrive i suoi versi in un dialetto che attinge a termini arcaici, a parole del linguaggio dialettale ormai in disuso, regalando pillole di storia e cultura bellariese attraverso un raro patrimonio linguistico da preservare e consegnare alle nuove generazioni. Vincitrice del premio letterario di Castel Bolognese nel 2012, ha ricevuto un ambìto riconoscimento al Premio “Antica Pieve” di Forlì; ha pubblicato la sua seconda raccolta di poesie dal titolo " E' trusgol".
Ultimo appuntamento giovedì 15 dicembre con Nuove voci dal cuore della Romagna. Giuseppe Bellosidialoga con Agnese Fabbri. Annalisa Teodorani presenta la poesia di Laura Turci.
A introdurre e accompagnare le poete nel racconto di sé, saranno profondi conoscitori della materia come Giuseppe Bellosi, Francesco Gabellini, Rita Giannini e Gualtiero Gori, mentre Attilia “Tilla” Pagliarani donerà al pubblico la sua Giuliana Rocchi.

Periodo di svolgimento: 
giovedì 17, 24 novembre; 1, 15 dicembre 2022
Orario: 
alle 17.00; accoglienza alle ore 16.30
Ingresso: 
libero
Programma: 

Lingue di confine ‘22
Donne in dialetto. Lingua madre e poete di Romagna

Ciclo di incontri a cura di Fabio Bruschi
Museo della Città “L. Tonini”, Sala del Giudizio

giovedì 17 novembre
Santarcangelo oggi
Conversazione di Germana Borgini e Annalisa Teodorani

giovedì 24 novembre
Santarcangelo ieri: Giuliana Rocchi
Conversazione di Rita Giannini e Annalisa Teodorani,
con Attilia “Tilla” Pagliarani

giovedì 1 dicembre
Dialetto e Genius Loci
Francesco Gabellini introduce Lidiana Fabbri
Gualtiero Gori introduce Marcella Gasperoni

giovedì 15 dicembre
Nuove voci dal cuore della Romagna
Giuseppe Bellosi dialoga con Agnese Fabbri
Annalisa Teodorani presenta la poesia di Laura Turci

Ingresso libero
Accoglienza dalle ore 16.30, inizio incontro ore 17

Data ultimo aggiornamento 29/11/2022 - 12:09
Location: 
Museo della Città
via Tonini, 1 centro storico
Rimini
Italia
IT